Il Golfo di Noto, città per città - Golfo di Noto

Vai ai contenuti
Benvenuti nel
Golfo di Noto
incanto del mar Ionio

Identità
Il Golfo di Noto è la tua finestra per il Paradiso. Ti trovi in Sicilia, al centro del Mediterraneo, nella terra dei Miti, delle leggende e delle conquiste. Ma anche nella terra delle meraviglie, dei colori, dei sapori e dei paesaggi mozzafiato. Il Golfo di Noto definisce quell'incantevole tratto di costa che si affaccia sullo splendido azzurro dello Ionio e che va dalla Penisola della Maddalena a Capo Passero. La provincia è quella di Siracusa, una provincia che trasuda arte e bellezza nella sua versione più rara, pura ed essenziale. Sulla scia del capoluogo non sono da meno le località che via via troviamo, e cioè paesi come Avola, famosa nel mondo per le sue mandorle, Noto, la capitale del barocco, Pachino, con le sue eccellenze culinarie tipo il celebre pomodorino, la spettacolare Marzamemi, che col suo antico borgo di pescatori e la sua tonnara ha regalato straordinarie gemme ai cineasti di tutto il mondo, e infine Portopalo di Capo Passero, abbarbicata nel lembo più a sud d'Europa, che accompagna e adagia dolcemente sui suoi due mari gli isolotti di Capo passero e l'Isola delle Correnti, siti dall'invidiabile e scenografica bellezza! Ovviamente queste località sono collegate tra loro da una serie di spiagge dalla sabbia finissima e dal color giallo oro, che si alternano a tratti di scogliere selvagge che si chiudono spesso in baie e calette romantiche e suggestive. Il mare da queste parti non solo è di un invitante color azzurro ceruleo, ma si trova in una posizione geografica che gli permette di riposare placidamente per quasi tutto l'anno, risultando uno dei angoli più belli per fare il bagno. Ricco di oasi naturalistiche visitate da turisti provenienti da tutte le parti del mondo, tipo la Riserva Naturalistica Orientata di Vendicari, che da sola ospita il 70% delle specie di uccelli presenti sul territorio. In più i visitatori possono passeggiare in musei a cielo aperto, tra vestigia di barocco, resti dell'architettura greca, romana e bizantina. Possono, la sera, sedersi a loro piacimento nei tanti e diversi locali del posto e gustare tutte le speciali prelibatezze che hanno reso famosa quest'isola agli occhi del mondo: dai primi a base di pesce, agli arancini di riso, alla pasticceria sopraffina che tra cassate, cannoli di ricotta e granite di mandorla hanno ormai stregato chiunque vi si fosse affacciato anche solo per un assaggio. Ciliegina sulla torta, il carattere e la personalità dei siciliani, un popolo storicamente dominato e che ha saputo conservare di ogni civiltà il genio, il calore, la gentilezza e l'ospitalità. Non si può dunque non rimanere rapiti da questi luoghi una volta visitati, luoghi che hanno per secoli costituito la capitale della Magna Grecia, e che hanno lasciato ai posteri capolavori di centri urbani costruiti con una pietra bianca dalla rara lucentezza senza eguali.
Fatevi allora rapire da questa magia, e vi regalerete un'emozione che non dimenticherete mai più!
Siracusa, città greca
Posta sulla costa sud-orientale dell'isola, Siracusa possiede una storia millenaria: la sua fondazione avvenne intorno all'anno 734-733 a.C., ad opera dei Corinzi. Annoverata tra le più vaste metropoli dell'età classica, primeggiò per potenza e ricchezza con Atene, la quale tentò invano di assoggettarla. Numerose le personalità influenti accolte al suo interno, come Platone che giungendovi per ben tre volte, cercò di instaurarvi lo Stato ideale della Repubblica. Patria di artisti, filosofi e uomini di scienza, diede i natali, tra gli altri, al celebre Archimede. Fu conquistata da Roma nel 212 a.C.. Cicerone nel I secolo a.C. la descriveva...
Avola, città sul mare
E' un comune a pianta esagonale che si affaccia sulla costa ionica della Sicilia orientale nel Golfo di Noto.
Secondo taluni, l'origine della città risale a Hybla Major sita in prossimità della costa sud-orientale della Sicilia. La zona, abitata precedentemente dai Sicani, fu invasa dai Siculi e divenne teatro di lotte per il predominio sulla regione.
Il termine Hybla non è greco ma pre-ellenico, probabilmente sicano, ed è il nome di una Dea adorata da entrambe le popolazioni (identificata poi con l'Afrodite ellenica).
I Siculi combatterono gli indigeni...
Noto, capitale del barocco
Definita la "capitale del Barocco", nel 2002 il suo centro storico è stato dichiarato Patrimonio dell'Umanità da parte dell'UNESCO, insieme con le altre città tardo barocche del Val di Noto.
Noto dista 31 km da Siracusa ed è situata nella parte sud-ovest della provincia ai piedi dei monti Iblei. La sua costa, fra Avola e Pachino, dà il nome all'omonimo golfo, il Golfo di Noto.
Con i suoi 550,86 km² di superficie, il comune di Noto occupa oltre un quarto della Provincia di Siracusa ed è il più grande comune della Sicilia e il quarto d'Italia. Il territorio è...
Pachino, città del vino e del pomodorino
Pachino è la città che ospita la coltivazione IGP del pomodoro ciliegino detto, appunto, Pachino.
Pachino è situata nell'estremo sud est della Sicilia, a 51 chilometri da Siracusa. I comuni limitrofi sono: Noto a nord, Portopalo di Capo Passero a sud e Ispica a ovest. Le spiagge del territorio di Pachino modellano la costa per un totale di 8 chilometri. Le più conosciute sono quelle di Lido, Cavettone e Morghella sulla costa ionica (a partire da Marzamemi verso sud), mentre sulla costa mediterranea...

Portopalo, città di frontiera
La cittadina dista 58 chilometri da Siracusa ed è il comune più a sud dell'isola siciliana, ma non dell'Italia (pur trovandosi al di sotto del parallelo di Tunisi, il comune di Lampedusa e Linosa è più meridionale). Del suo territorio fanno parte l'isola di Capo Passero, a poche decine di metri dalla terraferma, e l'isola delle Correnti pochi chilometri più a sud. La prima era un tempo una penisola, mentre la seconda tutt'ora lo diventa durante la bassa marea.
È un centro prevalentemente agricolo e marinaro e proprio su queste attività fonda le sue fortune economiche. Il paesino è bagnato dai due mari: lo Jonio...
Oasi faunistica di Vendicari
La Riserva naturale orientata Oasi Faunistica di Vendicari è un'area naturale protetta sita tra Noto e Marzamemi. Particolarmente importante per la presenza di pantani che fungono da luogo di sosta nella migrazione degli uccelli. Prevista da una legge della Regione Siciliana del  1981, la riserva è stata ufficialmente istituita con  D.A. del 14 marzo 1984, ed è stata resa effettivamente fruibile nel 1989. È gestita dall'Azienda Regionale Foreste Demaniali.
È anche zona umida di "importanza internazionale" ai sensi della convenzione di Ramsar, riconosciuta...
Cavagrande del Cassibile
La riserva naturale orientata Cavagrande del Cassibile è un'area naturale protetta situata nei comuni di Avola, Noto e Siracusa. La riserva è stata istituita nel 1990 (D.A. del 13 luglio), gestita dall'Azienda Foreste Demaniali della Regione Siciliana. La Riserva è nata con lo scopo di preservare le diverse ricchezze del suo territorio sia dal punto di vista naturalistico-paesaggistico sia sotto il profilo archeologico ed antropologico, visto che tutta la zona è stata abitata nel corso dei millenni e ne sono rimaste notevoli testimonianze in tombe e reperti. La Riserva si estende per 2700,00 ettari ed è caratterizzata...
Torna ai contenuti